Carta Artistica Universale 2015 – ARTE per la divulgazione dei Diritti Umani – Edizione XVII

Diritto alla Giustizia Giusta e Indipendente – dal Progetto Cultura dell’Amore, dall’Europa a tutti i Popoli della Terra. Autore del testo pubblicato e tradotto in quattro lingue: il Giudice Valerio Savio, Vicepresidente dell’ANM. Dipinto e poesia di Pinuccia Pitti.

“la Giustizia Giusta rifiuta di chiamarmi così, per senso del limite. Rifiuta di considerare la persona un mezzo, per considerarla un fine. Rifiuta le interferenze di religione ideologia politica, ma legge la persona come animale politico, nella sua dimensione morale e sociale, nella sua storia personale. Rifiuta le apparenze, le comodità di pensiero, il buonsenso negriero degli spiriti e padre del pregiudizio. Sa di poter sbagliare e non è quindi presuntuosa ed arrogante. Ascolta, vuole capire. Sa che i particolari sono l’essenza della vita, che è nei dettagli che si annida l’errore e che pur tuttavia si devono distinguere le pagliuzze sulle travi. Sa dare fiducia di sé, sa far dimenticare che quello di giudicare è un potere odioso e terribile, ed è capace di farlo apparire necessario. E’ tenace nel ricostruire i fatti. Sa assolvere quando la Comunità, contro la Legge, vorrebbe l’assoluzione. Nel momento della decisione, sa di essere conoscenza e non volontà, non ha speranza di vantaggi, né timori di conseguenze. Sa bene che “legge uguale per tutti” significa non farsi strumento di ulteriori diseguaglianze e si spese per ridurle, perché ha ben chiaro che il diritto è l’arma degli ultimi contro la prevaricazione dei potenti” Giudice Roberto Savio.

ED E’… VERITA’

Nel mio andare per i cieli del Mondo

incontrai una bella signora velata,

e insieme andammo,

andammo per ogni dove.

Percorremmo tutte le Nazioni della Terra

e godemmo di tante bellezze

nella diversità culturale di ogni Popolo,

la bella signora velata,

con un sorriso ambiguo

condivideva il mio entusiasmo

e il mio struggente amore per l’Umanità tutta.

Ma, alla fine del nostro andare,

la bella signora velata,

con un gesto regale,

alzò il velo che copriva il volto

il volto della verità… e andò via.

Ma anche il velo invisibile,

che copriva tutte le Nazioni del Mondo,

si alzò… e i miei occhi perduti, nello stupore,

videro tra tante bellezza… la verità.

Videro il dolore di una umanità invisibile.

Videro… bambini che tendevano le mani.

Videro… anziani torturati.

Videro… menti corrotte.

Videro… distruzione di cultura e storia.

E… allungai, all’infinito le mie braccia

E… abbracciai, l’Umanità morente.

Alle genti di buona volontà,

urliamo

salviamo l’Umanità morente.

Pin It on Pinterest