Prof. Alberto Garcia: Date of birth JUNE 12TH,1964. Doctor in Law from Complutense University in Madrid. Director of the UNESCO Chair in Bioethics and Human Rights, based in Rome. Professor at Regina Apostolorum University in Rome and Coordinator of the Doctoral Program. Researcher of the Human Rights Institute at Complutense University. For 5 years he has been member of the steering committee in Bioethics in the Council of Europe and in 2005 he has honoured with the national prize of the royal Academy of doctors in Spain in the field of legal and social sciences.

Prof. Alberto García

  • Dottorato di Ricerca in Giurisprudenza, Università Complutense, Madrid (Spagna)
  • Laureato in Giurisprudenza, Università Autónoma, Madrid (Spagna).
  • Membro del Comitato Direttore di Bioetica presso il Consiglio d’Europa, nel quale ha collaborato dal 2001 fino al 2006 come Rappresentante del Regno di Spagna sotto incarico del Ministero della Giustizia spagnolo.
  • Direttore della Cattedra UNESCO di Bioetica e Diritti Umani di Roma
  • Docente alla Facoltà di Bioetica dell´Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Insegnante di “Filosofia del Diritto”, “Diritto Costituzionale”, “Diritto Internazionale” e “Bioetica, Stato e Società”.
  • Ricercatore nell’Istituto di Diritti Umani nell’Università Complutense di Madrid.
  • Ha pubblicato articoli in riviste specializzate su argomenti riguardanti alla bioetica e i diritti umani e ha partecipato come relatore in convegni internazionali.
  • Autore e coordinadore editoriale dei libri: “El destino de los embriones congelados”, “Biotecnologia ed etica: cellule staminali e clonazione umana”, “Religious Perspectives on Human Vulnerability”, “Global Bioethics: What For? E “La clonación humana: aspectos éticos y jurídicos” per il quale stato premiato per la “Real Academia de Doctores de España” nell´area delle scienze giuridiche e sociali”.
  • Nel 2014 è stato premiato in Germania con il “Otto Meyerhoff Award” per il suo notevole contributo e innovazione nell´ambito della bioetica e dei diritti umani.

Pin It on Pinterest